La Voce Dentro La Testa1

La voce dentro la tua testa (2)

La voce dentro la tua testa ha il potere di plasmare completamente la tua realtà: quella cosa così concreta che hai intorno e che tu chiami realtà, che a te sembra onestamente il “nemico da battere”. Tutti i santi giorni. In realtà la battaglia decisiva non accade là fuori, ma qui dentro. E’ la voce dentro la tua testa, che commenta tutto e che giudica tutto, il tuo avversario da battere. O per lo meno, da addomesticare.

Facciamo un esempio concreto.

Entri in ufficio come ogni giorno e saluti un tuo collega che, quel giorno, non risponde al tuo saluto: resta serio e abbassa lo sguardo. Tu puoi pensare: “Che stronzo! Ma che gli ho fatto? Ora gli tolgo il saluto anch’io! Così impara…” E lo eviti per tutta la giornata.

Oppure puoi dirti: “Che strano, di solito saluta sempre. Chissà cosa gli è capitato? Magari è successo qualcosa… Appena ho una pausa nell’arco della giornata, mi prendo un momento per chiedergli se va tutto bene”.

Certo, puoi cedere all’impulso della rabbia per un saluto non ricambiato e decidere di contrapporti all’altro. E puoi prolungare questo atteggiamento anche per giorni (mai capitato?) Peccato che dopo una settimana arriva il vostro capo e vi affida un nuovo progetto: proprio a voi due. Immagina quanta voglia avrete di farlo insieme e quanta energia ti servirà per superare la trincea che ti sei scavato da solo.

Immagina invece che, il giorno in cui il tuo collega non ti ha salutato, sei stato l’unico di tutto l’ufficio ad andare a chiedergli come stava e se c’era qualcosa che non andava: immagina la vicinanza che un atto del genere può creare, in una persona che sta avendo una brutta giornata. E pensa quanta voglia avrà, quella persona, di fare un progetto proprio con te una settimana dopo. E quanta energia ci metterà.

Qui non stiamo parlando di “essere buoni”. Stiamo parlando d’imparare a osservare come funziona la tua mente e di come i pensieri che scegli di avere creano letteralmente la tua realtà. E producono fatti e conseguenze tremendamente concrete. Ogni giorno.

Per questo la qualità della nostra vita è determinata dalla qualità dei nostri pensieri.

Ciò che conta davvero non è ciò che accade (qualcuno non mi saluta più) ma quello che pensiamo di ciò che accade. E come scegliamo di reagire.

E’ la voce dentro la testa il comandante della nave della nostra vita.

La buona notizia è che sei tu che decidi quello che pensi. Anche se spesso ti sembra che i pensieri “ti vengono”. Bè, non è così. All’inizio ti vengono (siamo macchine biologiche che ripetono sempre gli stessi schemi) ma poi sei tu che alimenti e nutri questi pensieri. Sei tu che scegli se andare dietro alle tue reazioni automatiche o se disinnescare quei pensieri e le emozioni che ne derivano.

Sei tu che hai la libertà e il potere di farlo. E quindi hai la responsabilità di scegliere una cosa oppure l’altra. Devi solo allenarti a osservare come accade: la sequenza dei pensieri, che generano un’emozione, che creano una reazione e poi attivano un comportamento preciso.

Qualcuno ha detto che “viviamo addormentati dentro le nostre abitudini mentali ed emozionali”. Ed è vero.

Il nostro compito è quello di svegliarci più spesso possibile. E di rimanere svegli più a lungo possibile.

E’ un allenamento che dura una vita intera.

This Post Has 2 Comments
  1. Allenare la mente a pensare in modo “utile” è un vantaggio in ogni contesto, da quello lavorativo, a quello sociale , a quello relazionale. Rimanere vigili su questo significa sviluppare un osservatore interiore , gestire meglio le emozioni che emergono dai pensieri e sentirsi padroni degli stati interni che altrimenti possiamo attribuire ad altri o a circostanze esterno. Il pensiero di qualità ci dà potere…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca