Il Potere Della Scrittura

Il potere della scrittura

Quando rifletti su qualcosa, hai tre possibilità diverse per comunicare a te stesso. Ho sempre notato che sono tre livelli di efficacia crescente, perché ti fanno accedere a livelli di comprensione di te sempre maggiori. Sono questi:

1. Pensare qualcosa

Riflettere dentro di te su una cosa, ti dà un certo livello di chiarezza su quella cosa.

2. Parlare di quella cosa

Parlare della stessa cosa a qualcuno, ti dà immediatamente un livello superiore di chiarezza e comprensione della cosa. Perché lo sforzo che devi fare per mettere in ordine i tuoi pensieri e renderli comprensibili a qualcun altro, ti costringe a vedere con più chiarezza i tuoi stessi pensieri. Un esempio tipico è quando ti confidi con un amico: dopo avergli spiegato dettagliatamente il problema, ancora prima che lui ti risponda, spesso ti viene un’intuizione che non ti era venuta prima. Perché ti sei raccontato il problema con una chiarezza che non avevi, quando i tuoi pensieri erano ancora dentro la tua testa. Parlare sbroglia la matassa dei pensieri (astratti, tortuosi, intermittenti) e te li mostra con più chiarezza.

3. Scrivere quella cosa

Se infine decidi di mettere i tuoi pensieri sulla carta e poi li rileggi, la tua capacità di comprensione si innalza ulteriormente. Scrivere è un gesto lento (rispetto al raccontare a voce alta) e questo dà la possibilità alla tua mente conscia e a quella inconscia di attivarsi, di far scattare associazioni e intuizioni, di dispiegare tutto il suo potenziale di “profondità”.

In più nella scrittura devi mettere più energia fisica (rispetto a pensare o parlare) e questo ti dà più focus, che tu lo percepisca o no, perché la tua mente ha un’intenzione e una determinazione diverse.

Infine hai un altro vantaggio: ciò che scrivi rimane (a differenza di pensieri e parole). E rileggere quello che hai scritto a distanza di tempo ti dà nuove intuizioni, cioè comprendi cose che non avevi notato mentre scrivevi, o subito dopo aver riletto. Perché il “te di oggi”, che rilegge l’esperienza del “te di ieri”, ha una distanza e una prospettiva di visione che gli permette di vedere cose che, sul momento non avevi visto. Un grande vantaggio.

Per questi motivi, nella mia esperienza, scrivere è uno strumento così potente e chiarificatore. E per questo non posso che consigliare di tenersi un taccuino in un cassetto a cui affidare considerazioni, intuizioni, conversazioni con se stessi. In un dialogo, anche intermittente e irregolare, che può durare una vita intera.

Vado più nel dettaglio, perché può esserti utile: riporto qui sotto una serie di vantaggi che ti dà lo scrivere regolarmente su di te e su quello che ti accade. E’ solo un estratto tratto da un elenco più ampio che trovi qui, che ho parafrasato liberamente.

Scrivere riduce lo stress

Aumenta il tuo focus

Dà unità e senso ai “pezzi sparpagliati” della tua vita

Aumenta il senso di stabilità

Ti aiuta a osservare i tuoi pensieri, per poterli poi modificare e integrare

Collega con più pulizia i pensieri alle azioni da fare

Ti permette di rivivere il passato con lo sguardo, la maturità e le risorse che hai oggi

Ti aiuta a “lasciar andare” il passato

Scrivere cura

Cura il passato

Dà dignità a tutto ciò che è accaduto

Rafforza il senso di chi sei

Ricostruisce eventi che avevi quasi dimenticato

Permette di vederti in un contesto più ampio

Rivela schemi di comportamento e di pensiero che si ripetono

Scrivere ti fa scoprire chi sei

Registra il passato (che spesso dimentichi)

Crea più conoscenza di sé e costruisce sicurezza

Ti aiuta a fare pace con te stesso

Ti aiuta a capire quali sono i tuoi valori

Ti aiuta a collegare le cause con gli effetti

Ti aiuta a vedere e togliere le maschere che indossi

Rivela il tuo vero potenziale

Ti fa accedere alle tue parti inconsce

Scrivere aiuta la tua crescita

Può essere leggero, divertente e giocoso

Aiuta l’espressione di te

Ti aiuta a vivere più pienamente ciò che ti accade

Esercita i tuoi muscoli mentali

Promuove la coerenza e l’integrità

Favorisce nuove intuizioni

Registra tutto ciò che è importante

Sviluppa lo scrittore che non sapevi di essere

Scrivere cattura la storia della tua vita

Ti insegna a scrivere storie

Cura memorie ancora dolorose

Fissa e conserva storie divertenti e gioiose

Cattura la tua storia personale e il suo senso (sempre in divenire)

Bè, ce n’è abbastanza per comprarti questo taccuino e provare a scriverci un po’ sù. O no?

This Post Has 3 Comments
  1. È vero! Che chiarezza magnifica sviluppi quando scrivi i tuoi pensieri e i tuoi progetti! E vorrei aggiungere che scrivere a mano è un gesto ormai così raro eppure importantissimo. Scrivere collega la mente alle mani, collega l’io alle mani (basti pensare all’unicità della propria calligrafia), e qualcuno diceva che l’intelligenza è nelle mani.

  2. Ma forse è una cavolata ma… quando scrivi a mano le cancellature si evidenziano. Tutto quello che nascondi o che hai il coraggio di scrivere solo per un attimo e poi ti penti… in qualche modo resta. A distanza di tempo puoi rivedere o cercare di ricordare anche le cancellature, gli errori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca